La discussa acquisizione della piattaforma tecnologica R2, utilizzata da Mediaset per i suoi canali Premium, da parte di Sky Italia raggiunge finalmente un punto di svolta importante dopo la sospensione avvenuta lo scorso Aprile. GUARDA LE OFFERTE SKY DI OGGI

E intanto Mediaset conferma il lancio di un nuovo canale gratuito sul digitale terrestre…

Notizie su Sky

Secondo L’Autorità della Concorrenza, la realizzazione dell’operazione ha comportato ulteriormente una posizione dominante del gruppo Sky sul mercato della pay-tv, riducendo in maniera sempre più drastica la concorrenza.

GUARDA LE OFFERTE…

Questi effetti vengono addirittura definiti “irreversibili” dall’Antitrust, poiché nonostante Sky abbia restituito parte della società R2, gli effetti della posizione dominante difficilmente si estingueranno nel momento in cui il gruppo continuerà ad operare tra piattaforme internet e satellitari con l’acquisizione di nuove esclusive.

Proprio a causa di questo, l’antitrust ha deciso di imporre, per la durata di almeno tre anni, delle misure pensate per riportare equilibrio nella concorrenza nel mercato della pay tv.

In cosa si traduce quindi? Sostanzialmente in un divieto nei confronti di Sky di stipulare esclusive per la trasmissione in esclusiva di contenuti audiovisivi e i canali lineari attraverso le sue piattaforme in tutta Italia.

Per l’Autorità questa decisione potrà comportare dei benefici all’intero settore, causando, in futuro, un’adeguata pressione concorrenziale, che andrà a favore dei consumatori grazie alla riduzione dei prezzi e una maggior diffusione dei contenuti di stampo audiovisivi.

In caso di costituzione di una nuova piattaforma proprietaria digitale terrestre che sia compatibile con gli asset di R2 modificati durante il periodo di controllo della stessa, Sky avrà l’obbligo di aprire agli operatori che ne faranno richiesta l’accesso a tale piattaforma proprietaria a condizioni eque, ragionevoli, non discriminatorie e orientate ai costi

Ecco uno stralcio della comunicazione:

Gli operatori OTT (Over-The-Top, coloro che offrono servizi tramite internet – N.d.R.), infatti, sono gli unici operatori della televisione a pagamento di fatto attualmente rimasti nel mercato e pertanto la misura si prefigge di incrementare la loro capacità di determinare un effettivo vincolo concorrenziale per Sky. La misura appare proporzionata in quanto incide solo sui futuri contratti e limita Sky soltanto nell’acquisizione di esclusive per la piattaforma internet.

Sky ovviamente, pur prendendo atto della decisione da parte dell’autorità, ha comunque confermato la sua intenzione di fare ricorso, ritenendo completamente slegate le motivazioni che hanno portato a questo blocco sull’acquisto di nuove esclusive.

Sky prende atto che l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha dato il via libera all’operazione Sky/R2. Siamo sorpresi che l’Autorità abbia deciso di imporre dei “rimedi” visto che l’operazione di acquisto non è mai stata finalizzata e che le parti hanno già proceduto alla restituzione della piattaforma di R2 nel gruppo Mediaset. Sky si è limitata a usare i servizi della piattaforma tecnica di Mediaset per poter essere presente con una propria offerta anche sul digitale terrestre. Il divieto di esclusive su internet deciso ora da Agcm per Sky appare del tutto ingiustificato e scollegato rispetto al tema della piattaforma tecnica terrestre sollevato dalla stessa Autorità, con il rischio di acuire gli svantaggi e le penalizzazioni già sopportate da Sky verso gli operatori internet in virtù delle evidenti asimmetrie normative e fiscali oggi ancora presenti. Sky farà dunque ricorso nelle sedi competenti.

E intanto Mediaset partorisce un altro canale gratuito

La notizia era nell’aria e nelle scorse ore è stata ufficializzata la bandiera bianca di Sony per quanto riguarda i suoi due canali free to air sul digitale terrestre. CineSony e Pop chiudono definitivamente i battenti.

E al posto di Pop arriva un nuovo canale Mediaset (in questo caso, in società con Turner). Si tratta di Boing Plus, canale affiliato alla rete kids Boing, storico successo di casa Mediaset sul digitale terrestre free to air.

Mediaset conferma quindi l’intenzione, a differenza di Sky, di tornare ad investire fortemente nel mercato free to air.

Nelle prossime settimane inoltre, sono attese nuove informazioni sul possibile debutto di Sky nel mondo della telefonia. La cosa potrebbe avvenire sul finire dell’estate. Ma per il momento sono solo voci.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here