Ho Mobile tutto quello che c' è da sapere

Ho Mobile, tutto quello che c’ è da sapere sul b-brand di Vodafone. Ho Mobile nasce con il preciso intento di competere con Iliad sul fronte delle offerte stra-convenienti. In questa puntata del nostro podcast settimanale cerchiamo di raccontarvi un po’ tutto quello che c’ è da sapere su questo gestore virtuale.

Quindi, se siete intenzionati a comprare una sim di Ho, fatevi prima questi 10 minuti di podcast.

Buon ascolto!

PER APPROFONDIRE:

VERSIONE TESTUALE:

In questa puntata parleremo di Ho Mobile , l’operatore virtuale mobile di proprietà Vodafone che sta per spegnere la sua prima candelina di vita.

Con questa serie di podcast cercheremo di spiegare e rispondere ai vostri dubbi, curiosità e perplessità.

Ho Mobile è nato circa un mese dopo la nascita di Iliad, il quarto operatore mobile. Lo scopo è abbastanza chiaro, ovvero mettere sullo stesso “campo di battaglia” di Iliad un operatore che avesse tariffe economiche convenienti, molto essenziali e semplici e che cercasse di dare quella chiarezza che Iliad ha sempre promesso e che fin’ora ha mantenuto.

Ho Mobile ha mantenuto questa promessa di trasparenza e chiarezza? Sì e no, senza voler essere perentori, certamente attivare una sim con Ho Mobile non reca sorprese inaspettate, costi aggiuntivi, vincoli e tutto ciò di cui si parla spesso con altri operatori mobili.

In questo Ho Mobile si avvicina tanto ad Iliad. Quello che mano a mano è venuto fuori è quel modus operandi di cui siamo abituati ed infastiditi. Ovvero lanciare le tariffe che di base sono uguali, che offrono medesimi servizi ma hanno un costo differente in base all’operatore di provenienza del cliente. E’ come se ci fossero dei clienti di serie A e altri di serie B.

Se un utente ha un determinato operatore può ambire all’offerta di 12 euro e 99 al mese, un’ altra persona che viene da un altro operatore ancora, la stessa offerta può pagarla 8 euro e 99, un’alto ancora 6 euro. Le offerte in sé per sé possiedono gli stessi servizi. Sms illimitati, 50 giga, sono offerte buone e generose.

Ho Mobile può essere molto appetibile per la sua rete Vodafone, rete stabile e di grande qualità, sopratutto per coloro che usano molto la connessione internet in mobilità.

Sapere di avere alle spalle una rete capillare come Vodafone può fare la differenze. Però ovviamente ci sono delle limitazioni questo in un’ottica di cannibalizazione. L’operatore che sta alle spalle del piccolo Ho Mobile deve però per forza di cose porre dei paletti. Offre dei servizi inclusi ma con delle limitazioni.

Quali sono le limitazioni? Il primo riguarda la connettività di 30 mega bit al secondo. Non è una connessione negativa, sicuramente si può utilizzare comodamente per i social network ecc. la limitazione può riguardare i download di certi file, o i contenuti in streaming.

Anche se alcuni utenti hanno riportato di fare uso dei 30 megabit per guardare film o quant’altro sull’app di Netflix, e di un suo successo. Anche se Netflix ci sentiamo di dire che è un caso a sé per via della sua ottima applicazione, tecnologicamente molto avanzata che si adatta anche a connessioni basse.

Ma se non ci sono grandi necessità i 30 mega bit al secondo possono andare bene. Ci sono delle pecche per quanto riguarda l’assistenza clienti, abbiamo parlato sul nostro sito in una lunga recensione su Ho Mobile della difficoltà di parlare con un operatore, mettendosi in contatto con il numero 192121. Viene da pensare che a lavoro vi siano pochi operatori, sempre per andare a risparmio, e si cerca di puntare il più possibile alla “officina”, questa community che è possibile trovare sul sito ufficiale di Ho Mobile dove ci si può iscrivere e attraverso il quale si possono trovare le risposte alle domande e ai dubbi più frequenti.

Come si utilizza la sim? Come attivare una scheda con Ho Mobile? Come si configura internet? Come richiedere la portabilità? Tutte queste problematiche che si possono riscontrare abitualmente.

Per tutte le altre problematiche più gravi, dovrebbe intervenire l’assistenza telefonica e lì è risultato più difficoltoso. La copertura invece come dicevamo è estesa, ottima, e appoggiandosi a Vodafone può essere anche superiore rispetto a quella di Iliad che si attacca momentaneamente a Wind Tre in tecnologia ran sharing in attesa della sua rete di proprietà.

Però ci sono diversi speed test fatti con la rete di Iliad che dimostrano una connettività superiore e molto al di sopra dei 30 megabit al secondo promessi da Ho Mobile. Quindi sicuramente tra pregi e difetti, ci troviamo di fronte ad un operatore virtuale, che vive grazie a Vodafone, funziona grazie al know how di Vodafone. Le tariffe sono buone e appetibili anche se ad oggi Iliad offre di più e ad un costo inferiore, con una rete migliore e promesse di velocità internet maggiori.

Ho Mobile la potremmo consigliare per coloro che sono stati clienti Vodafone per tanti anni e sono rimasti scontenti dal comportamento dell’operatore ma non vogliono rinunciare all’ottima rete Vodafone. Ho Mobile può essere al momento un’ottima alternativa per loro. Attenzione però che per passare da Vodafone ad Ho Mobile si pagano 30 euro di costo iniziale d’attivazione. Anche questo è stato fatto per scoraggiare i clienti Vodafone ad andarsene. Ma per chi non si fa spaventare dal costo, può provare, dato che Ho mobile è comunque una valida alternativa. Aspettiamo i vostri commenti, consigli negativi e positivi, la vostra esperienza diretta su Ho Mobile e le vostre testimonianze. Alla prossima!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here