Abbonarsi a Sky conviene? Podcast

Attivare oggi un abbonamento alla non proprio economica Sky ha ancora senso? Vista la presenza di tutte queste alternative in streaming come Netflix e Prime Video viene da chiedersi se ci sia ancora veramente spazio per la tradizionale pay tv.

Quello della tv a pagamento è in effetti un mercato in profondo cambiamento e che rischia, se non si innova, di restare relegato a modalità di fruizione non più di moda.

Sky le sta provando tutte per darsi una rinfrescata, cercando di cambiare rapidamente volto ed orientarsi verso reti e contenuti. Vediamo come nel podcast di oggi.

Mettetevi comodi, per la nostra analisi settimanale via audio podcast. In questa puntata ci chiediamo: ha ancora senso abbonarsi a Sky? Conviene?

Trovate in questa nostra guida sempre aggiornata tutte le migliori offerte Sky del mese.

Come sempre vi chiediamo di darci il vostro feedback utilizzando, qui in basso, lo spazio commenti. Siamo sempre a vostra disposizione per rispondere a domande, quesiti o ad accogliere vostri suggerimenti per le future puntate del nostro appuntamento settimanale.

Per non perdervi le prossime puntate del nostro podcast settimanale scaricate subito la nostra applicazione gratuita oppure iscrivetevi al nostro Canale Telegram.

Buon ascolto con la puntata di oggi:

 

PER APPROFONDIRE:

VERSIONE TESTUALE:

In questa nuova puntata del podcast vogliamo parlarvi di Sky. Sky anche in tutte le forme possibili, del suo futuro eventuale, in un mercato sempre più frammentato ma competitivo e in cui sempre più la fanno da padrone le piattaforme come Netflix, Amazon Prime Video ed altre che sono in arrivo come Disney Plus, la nuova piattaforma della Disney che promette una concorrenza a dir poco spietata sopratutto nei confronti di Netflix.

Sono sempre di più quelli che si chiedono se oggi in Italia abbia ancora senso avere un abbonamento satellitare in Italia. Sky sta cercando di adeguarsi ed aprirsi ad un mercato così complicato.

Questo lo si evince dal lancio della piattaforma SkyQ. Una piattaforma aperta, tutti i contenuti della tv satellitare sono organizzati rispetto al passato secondo un criterio più ragionato e seguendo i gusti degli utenti, ha attivato il controllo vocale dal telecomando, sta lanciando nuove tecnologie per amplificare meglio l’audio e quindi poter fruire dei contenuti di Sky Sport e Cinema, così come aumentano i programmi con la tecnologia 4K.

Quello che ad oggi sempre più utenti lamentano sono i costi, troppo alti, a fronte di un’offerta molto più bassa come quella di un abbonamento Netflix, Amazon Prime, Tim Vision.

Se pensiamo a Tim Vision che con un’offerta inferiore rispetto alle altre piattaforme citate, vanta il costo però che è di soli 5 euro al mese. Il più delle volte incluso gratuitamente o con il supplemento di 1 euro con un abbonamento a Tim.

In base a questi fattori ci chiediamo se possa aver senso un abbonamento a Sky. Personalmente sono un cliente Sky da 15 anni e sono molto contento perché è sempre riuscita a soddisfare le mie esigenze di visione seguendo però lo schema della tv tradizionale, si intende quella con un palinsesto fisso, con tanti canali diversi a disposizione da poter scegliere.

Chiaramente Sky nel tempo si è fluidizzata, ha reso i suoi palinsesti molto più fluidi rispetto al passato, lo stesso on demand ci permette di avere un maggiore controllo su quel che vogliamo vedere.

Non siamo costretti a sintonizzarci su quel canale a quella determinata ora. Ci sono poi le fatidiche repliche in altri orari. Manca però la possibilità di poter scegliere i contenuti non in base al canale ma a ciò che ci piace. Quando apriamo la schermata di Netflix troviamo tutta una serie di categorie da poter scegliere in base ai propri gusti.

C’è la possibilità di organizzare delle maratone con gli amici, è tutto un pochino più semplice. Netflix non ha pubblicità, quando guardiamo un programma in un secondo momento con Sky spesso parte lo spot pubblicitario all’inizio o durante.

Sono aspetti che le nuove generazioni poco gradiscono. Quelli più affezionati a Sky vedono in Sky una grande offerta, a prescindere dalla proposta sportiva per la quale rimane imbattibile e unica, è un colosso vero e proprio per quanto riguardo lo sport e il calcio. Ma è molto forte anche per quanto riguardo le produzioni originali e le serie tv, pensiamo ad un canale splendido come Sky Atlantic, canale magnifico come Sky Arte, poi ci sono dei canali come Sky Uno che sono sempre più brandizzati Sky.

Chi sa se anche questo sarà sempre di più il futuro della tv satellitare. La tv satellitare diventerà così come già nel Regno Unito, telefonia fissa, a breve Sky sarà anche un operatore telefonico, potendo offrire un’offerta in fibra in partnership con Open Fiber.

Sky in questo momento è aperta al digitale terrestre grazie alla collaborazione con Mediaset, ci si può abbonare a Sky svincolandosi dalla rigidità del satellite e della parabola con un abbonamento molto più semplice e senza vicoli dal quale si può uscire senza costi aggiuntivi a differenza dell’abbonamento classico con parabola che prevede dei costi d’uscita.

C’è il servizio streaming on demand senza tv che ci dà la possibilità di usufruire dell’offerta Sky anche se più ridotta, senza un abbonamento fisso. Quello che preme capire è quello che voglia fare Sky in futuro. SkyQ sarà veramente la piattaforma del futuro, essendo sempre più aperta ad applicazioni e servizi esterni (stiamo da tempo attendendo l’ingresso di Netflix) su SkyQ. Intanto una riduzione di costi d’abbonamento, abbonarsi a Sky oggi è abbastanza dispendioso.

L’Hd è un altro punto importante, dovrebbe interrompere il pagamento dell’Hd, dato che oramai è una realtà di fatto e gratuita ovunque. Quello che speriamo è che Sky diventi come Netflix, un’unica piattaforma, con categorie differenti, senza canali e facilmente collegabile ad Internet, cosa che Sky sta iniziando a fare da tempo senza parabola, ed utilizzando solo il collegamento ad internet in fibra ottica.

Chi sa se per farsi strada e conquistarsi nuovi clienti, Sky possa diventare sempre più forte e grande concorrente anche nel futuro. Noi ci auguriamo che possa diventare un grande servizio streaming con costi ridotti ma con la qualità di sempre. Per questa puntata è tutto, come sempre aspettiamo i vostri commenti, e suggerimenti, alla prossima settimana.

2 COMMENTS

  1. Seguo tutto di Sky, voglio essere informato, sono abbonato da qualche anno, ma sto pensando alla disdetta per motivi che noi consumatori siamo stati abbandonati senza rispetto, niente più promo, niente sconti, niente più le tre giornate gratis di cinema, hanno tolto persino la possibilità di reclami da mandare, insomma non costa nulla essere più tutelati, considerati come veri clienti… a loro basta solo pagare. Sto pensando davvero di dare la mia disdetta dopo 8 anni, considero ancora questo anno 2019, ma poi basta, mi sono stufato, ci vuole un cambiamento radicale, con prezzi modici, aggiungo per favore basta pagare il servizio HD, questa è una vera vergogna.

    • Il pagamento dell’alta definizione, nel 2019, è una cosa davvero insopportabile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here